You are using an outdated browser. Please upgrade your browser to improve your experience.

×

Paesaggi urbani e architettura del futuro

Uno sguardo sull'architettura del futuro per capire come saranno i nuovi paesaggi urbani e gli interiors di domani.


In architettura si va sempre più consolidando un nuovo modo di concepire e vivere gli spazi, orientato alla qualità della vita, alla sostenibilità e al benessere, tra tecnologia e rispetto ambientale, che si concretizza anche nella ricerca dell’armonia tra forme architettoniche e contesto urbano.

Green and Tech è il binomio che caratterizza l'architettura del futuro, dove automazione e intelligenza artificiale sono asservite a rendere la vita più salutare, piacevole e sostenibile.


Tra gli esempi più virtuosi Copenhagen, Capitale Mondiale Unesco dell’Architettura 2023.

Virtuoso sia per la bellezza, l’efficienza e la funzionalità degli edifici, sia per la viabilità e la mobilità attenta a ridurre la carbon footprint.

Salotti a cielo aperto, spazi verdi che si estendono anche in verticale, e un costante dialogo tra edifici storici e moderni.

None

Smart city: tra rigenerazione e sviluppo verde

Nuove città e nuovi complessi architettonici sono concepiti come veri e propri organismi, che si innestano perfettamente nel contesto architettonico, urbanistico e geografico, valorizzando i materiali del luogo, senza rinunciare agli elementi high tech che possono incrementare comfort ed efficienza energetica.

La progettazione e l’espansione si accompagnano sempre a interventi di rigenerazione urbana che contemplano la creazione di spazi per le relazioni sociali.

None


L’elemento verde è essenziale, sia per migliorare la qualità dell’aria e il microclima del luogo, sia per soddisfare i bisogni estetici e psicologici di chi lo abita.

Là dove il verde viene sottratto, deve in qualche modo essere restituito alla città.

Tra gli esempi virtuosi italiani, il Bosco Verticale progettato dallo studio di Stefano Boeri, che ha ridisegnato lo skyline di Milano, diventando il simbolo di una città moderna ed evoluta, prototipo dell’architettura del futuro.

Interior design del futuro

L'interior design rispecchia le nuove forme dell'architettura e risponde alla tendenza privilegiando materiali naturali, o ispirati alla natura, sfruttando la tecnologia, per creare ambienti comodi, efficienti, a basso impatto, che parlano ai sensi, avvolgono, lasciando spazio alla socialità e al verde.

La produzione di FAP Ceramiche si ispira allo stesso binomio Green and Tech: gli elementi naturali - acqua e argilla - sono lavorati in modo da essere facilmente riciclati, studiati per garantire durevolezza, resistenza, igiene, sicurezza e grandi performance.

Un cuore tecnologico vestito di bellezza: estetiche ricercate, realizzate grazie alla sperimentazione e al recupero di tecniche artigiane e artistiche, molteplicità di effetti, formati e un repertorio decorativo che si arricchisce continuamente, seguendo l’evoluzione dell’architettura e del lifestyle, e interpretando le nuove esigenze dell’Abitante.

In tutte le collezioni FAP, in particolare nel Decor Box e nei Grandi formati, la natura viene riprodotta e raccontata con generosità, attraverso stratificazioni grafiche, cromatiche e pattern, concepiti e realizzati per creare paesaggi interni, aprire finestre e portare indoor la brezza che muove un prato fiorito o il foliage di un bosco misterioso, il vento che fa risuonare le foglie o il ramage selvaggio di una giungla.

 

 

None
None


È così il design entra in dialogo con il nuovo paesaggio architettonico, con il bisogno dell’uomo di abitare spazi che respirino e lo lascino respirare.

Ed è per soddisfare questo bisogno di naturalezza e vitalità insito all’uomo, che nascono le collezioni Roots (qui accanto), un gres porcellanato effetto legno che si ispira all’essenza di rovere, e Nativa (nella foto di copertina), gres che rinnova l’estetica naturale e grezza della pietra in modo elegante e contemporaneo.